Cerca Prestiti

Ravenna, V. Canneti, 12, 48121 Tel: 054431110
Ottaviano, Via Carbone Luigi, 80044 Tel: 0818271260

Prestiti Notizie

Nessun content

Prestiti pluriennali diretti Inpdap 2015 pensionati

Un pensionato come un dipendente pubblico, può ricorrere al prestito pluriennale diretto Inps e Inpdap quando ha la necessità. La restituzione del prestito sarà effettuata con la detrazione dell’importo dallo stipendio o dalle pensione.

La rata non sarà mai superiore a 1/5 della pensione o stipendio al netto.

Secondo le statistiche molti pensionati fanno riferimento a questo finanziamento, detto anche cessione del quinto dello stipendio, quando devono aiutare i propri figli nell’acquisto di un immobile o ad affrontare le spese di un matrimonio.

 

Tra i requisiti necessari per i pensionati c'è di avere 4 anni di anzianità alla pensione, mentre per i dipendenti sarà necessario un contratto di lavoro a tempo indeterminato e 4 anni di versamento contributivo.

 

Diversa la situazione per un dipendente con contratto di lavoro a tempo determinato che, potrà presentare il Tfr come garanzia del pagamento delle rate.


Chi vorrà ottenere il prestito pluriennale diretto Inps e Inpdap dovrà rivolgersi all’ufficio provinciale o territoriale competente dell’Inps Gestione dipendenti pubblici. In questa sede bisognerà presentare la domanda di richiesta prestito e la documentazione:

- Certificazione dello stato di bisogno o spesa sostenuta per la quale si ha diritto all’emissione di un prestito pluriennale diretto INPS;
- Certificato medico di sana costituzione fisica che deve essere necessariamente rilasciato da un medico della ASL o da un ufficiale medico in servizio o da un medico incaricato dall’Amministrazione dalla quale dipende il richiedente.
- Il certificato medico non deve essere stato rilasciato da oltre 45 giorni prima della presentazione della domanda all’Inps Gestione Dipendenti Pubblici in base all’art. 15 D.P.R. 895/50.

La presentazione della domanda per un prestito pluriennale diretto Inps e Inpdap va inoltrata entro un anno dalla documentazione che certifica le spese sostenute, quindi le necessità proprie o familiari per cui si richiede questa tipologia di prestito vanno necessariamente documentate.

Altre Notizie Correlate

Aborto in Italia penalizzato secondo il Consiglio Europeo

Secondo quanto presentato dalla commissione dei diritti umani e dal ...

Ddl banche passato alla fiducia con 351 sì e 180 contrari

Il disegno di legge sulle banche supera la fiducia della ...

Bonus mobili per giovani coppie: come funziona

Entra in vigore la riforma del 2016 che va in ...

La crisi persiste, peggioramenti nel gennaio 2016

Secondo quanto rilevato dai dati Istat, non ci sarebbero state ...

Interessi in rialzo al 25%: sempre meno richieste

I prestiti offerti dalle banche arrivano a sfiorare un tasso ...

Cambio di rotta per Berlusconi: Bertolaso lascia il posto a Marchini

Il leader di Forza Italia ha deciso di lasciare il ...

Cerca Finanziarie

Naro, Via Sabella, 69, 92028 Tel: 0922952011
Parma, STRADA XXII LUGLIO, 43, 43121 Tel: 0521204230
Perugia, Via Gallenga Romeo 110, 06127 Tel: 0267165213
Marcianise, Zona Industriale, 81025 Tel: 0823820736