Cerca Prestiti

Roma, Via Di S. Nicola De' Cesarini, 3, 00186 Tel: 066832148
Bologna, Via Dell' Indipendenza, 41, 40121 Tel: 051226701

Prestiti Notizie

Nessun content

Firmato accordo di Parigi contro l’inquinamento globale

Il 22 aprile è stato firmato l’accordo di Parigi con obiettivo quello di proteggere il nostro ambiente dall’inquinamento, argomento più discusso in questo 2016. Sono stati 171 Paesi a firmare il COP21, un grande cambiamento, certamente in positivo, dopo i 119 che avevano partecipato al precedente.

Insomma, l’inquinamento è ormai diventato un problema globale da cui nessuna nazione può dirsi salva e ognuna deve collaborare per ottenere dei risultati concreti. È quello che verrà fatto con l’accordo di Parigi, grazie al quale le nazioni si mobilitano per cambiare il loro stato climatico.

 

L’accordo di Parigi è stato firmato proprio in concomitanza con il Giorno della Terra, dove ognuno avrebbe dovuto avviare una propria iniziativa per contribuire alla pulizia del pianeta, ovviamente nel suo piccolo e per quanto possibile. Grazie a questa firma avvenuta da ben 171 Paesi, stabilendo un nuovo record, gli stessi dovranno impegnarsi a ridurre le emissioni di gas, applicando delle nuove leggi e, soprattutto, raggiungendo l’obiettivo che punta a evitare che le temperature vengano superate di due gradi.

 

Questo numero metterebbe a serio rischio la nostra salute e quella del nostro pianeta. Per come siamo messi ora sembra inevitabile, dal momento che, negli ultimi sei mesi, sono già state raggiunte temperature superiori a un grado.

 

A partecipare all’evento sono stati circa sessanta Capi di Stato, tra cui l’immancabile Hollande, presidente della Francia, Gaoli della Cina, Trudeau del Canada e Kerry degli Stati Uniti.

 

A presiedere sono stati il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, il presidente della Francia, precedentemente nominato, e il segretario esecutivo della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Christiana Figueres.

 

A parlare è stato anche Leonardo Di Caprio, fresco di oscar. L’attore di Hollywood è da sempre un attivista, e ha detto alla sua “platea” che loro sono l’ultima speranza del mondo.

Altre Notizie Correlate

Si dimette il primo ministro turco Ahmet Davutoglu, linea troppo moderata

Il primo ministro della Turchia, Ahmet Davutoglu, ha deciso di ...

Assunzioni diminuite del 50% rispetto al 2015

Arrivano i dati ufficiali dell’Inps e sembrerebbe che il nuovo ...

Aumento richieste prestiti: economia in crescita

Nel mese di febbraio, secondo i dati CRIF, sembrerebbe che ...

Barriera del Brennero “violazione alle regole UE”, ma come sarà?

Viene diffuso il progetto definitivo della barriera che verrà costruita ...

Richiesta dell’Austria per aumentare controlli al Brennero respinta dall’UE

La Commissione europea ha detto no alla richiesta fatta dall’Austria ...

Misa: nuovi fondi per imprese nel 2015

Il Ministero dello Sviluppo Economico eroga Finanziamenti alle imprese ...

Cerca Finanziarie

Verdellino, Corso Europa, 24040 Tel: 0354820834
Matera, P. Degli Olmi, 73/75, 75100 Tel: 0835259351
Villa San Filippo, Snc, Via Villa San Filippo, 62015 Tel: 0733530592
Cimego, 64, Via Cesare Battisti, 38082 Tel: 0465621088