prestitiofferte.com - Cerca le migliori Offerte di Prestiti e Finanziamenti

in News

Nel mese di febbraio, secondo i dati CRIF, sembrerebbe che ci sia stato un considerevole aumento sui prestiti sia personali che finalizzati, rispetto al 2015. Anche i piccoli prestiti e i prestiti immediati online hanno visto un incremento di richieste.

Dati importanti che segnano una lenta, ma reale, ripresa dell’economia italiana, soprattutto per quanto riguarda l’ambito finanziario. A guidare le richieste di prestito il settore automobilistico, con l’acquisto sia di vetture nuove che usate.

 

Secondo i dati riportati da CRIF, i prestiti personali, nel mese di febbraio, sarebbero cresciuti dell’11%. Un segnale positivo di ripresa, che coinvolge anche il settore dei prestiti finalizzati, che hanno visto la crescita maggiore. Questa può essere presa, sicuramente, come una notizia positiva, dal momento che sono proprio quest’ultimo tipo di finanziamenti a portare un maggiore impatto sull’economia.

 

Altre categorie di prestiti che hanno visto un aumento di richieste sono state quelle dei prestiti online, rappresentando delle soluzioni pratiche e immediate, e dei piccoli prestiti finalizzati, dal momento che comportano un debito ridotto e possono essere estinti in poche rate. In maniera particolare, i vantaggi di rivolgersi al web per chi desidera avere un finanziamento sono tanti, a cominciare dalla velocità con cui si può procedere alla domanda, fino ai tassi convenienti e alla semplicità di comparazione dei preventivi.

 

Sempre secondo CRIF, a dire del suo direttore esecutivo, Simone Capecchi, il settore più quotato sarebbe quello legato all’acquisto di automobili, ancora fortemente influenzato dall’importante incremento del 2015, con un +26,8%.

 

In realtà, questo improvviso aumento non è avvenuto in materia del tutto casuale. Sembrerebbe, anzi, che ci sia stata una significativa riduzione dei tassi d’interesse, negli ultimi mesi. E, a differenza di un anno, questi hanno perso tre punti, che possono significare una vera differenza per le famiglie o imprese italiane che scelgono di appoggiarsi a un finanziamento.

publisher
back to top