prestitiofferte.com - Cerca le migliori Offerte di Prestiti e Finanziamenti

in News

Viene diffuso il progetto definitivo della barriera che verrà costruita al confine col Brennero entro la fine di maggio. Ormai sembra ufficiale e Renzi può anche smettere di pregare l’Austria, che, dopo la recente elezione del rappresentante di estrema Destra, sembra ancora più convinta a voler proseguire sulla sua strada.

Quindi, nonostante la recente presentazione di un nuovo progetto italiano all’Europa contro i migranti, il muro si farà e, l’affermazione del nostro Presidente del Consiglio che l’ha definita una violazione alle regole UE, farà solo parte di una delle tante frasi di cui l’Austria non ha mai tenuto conto.

 

Sono già iniziati i lavori di costruzione della barriera austriaca al confine col Brennero. Sarà lunga 250 metri  (ma potrà arrivare fino a 370) e taglierà sia la strada statale del Brennero che l’autostrada A22.

 

Si tratta di una rete metallica che si svilupperà in larghezza e nella quale i controlli partiranno ufficialmente a fine maggio. Intanto, l’Austria ha già fatto richiesta di poterne effettuare anche all’interno del territorio italiano appena dopo la galleria che segna il confine. In questo punto, verrà rallentata la velocità e le auto e le moto saranno divise dai mezzi pesanti, venendo controllati dalla polizia austriaca ed eventualmente condotti verso un’apposita area in caso di sospetti.

 

L’inevitabile rallentamento del traffico preoccupa la CGIA nei confronti del trasporto merci, che, nel lungo periodo, potrebbe subire un aumento dei costi, dal momento che vedranno aumentate le ore lavorative, portando a una ritorsione sulle esportazioni della merce. Un altro problema a cui dovremo far fronte.

 

Nel frattempo, Matteo Renzi ha dichiarato la decisione una “violazione alle regole UE”, Angelino Alfano ha detto che si tratta di “comportamenti insensati”, mentre la Boschi ha espressamente detto che “non ci saranno controlli sul nostro territorio”. La Boldrini, infine, ha invitato Bruxelles ad intervenire. Cosa accadrà?

publisher
back to top